gli ultimi post

sabato 6 novembre 2010

Denuncia/querela dell'opposizione per la "Questione Spazzatura"

   Stanno arrivando in tutte le case ed a tutte le attività economiche gli avvisi inerenti il pagamento della TARSU ed i cittadini e gli operatori sono giustamente indignati. Errori ed imperizia non possono essere pagati da noi tutti ma da chi li ha commessi.
   Noi saremo al loro fianco. Abbiamo denunciato questo andazzo già negli anni scorsi. Lo abbiamo denunciato il 31 maggio scorso nel Consiglio Comunale sul Bilancio (http://sites.google.com/site/pdugento/home/la-questione-rifiuti)
   Lo abbiamo denunciato alla magistratura il 7 settembre scorso in un esposto di cui riportiamo alcuni stralci.

    All’Ill.mo Signor Procuratore della Repubblica
presso il Tribunale di LECCE
    
e  p.c.    Alla Presidenza dell’'Autorità per la vigilanza  sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Ugento 6 settembre 2010

I sottoscritti:
-    CORVAGLIA Luigi nato a Ugento (LE) il 5/10/1960 ed ivi residente in via Firenze n. 85 ;
-   GIANFREDA Renato nato a Gemini di Ugento (LE) il 6/4/1953 e residente in Taviano (LE), via XXIV Maggio n. 56;
-    CAVALERA Oronzo nato a   Ugento (LE) il 25/11/1952 ed ivi residente in via Acquarelli n. 18;
-    COPPOLA Gianfranco nato a Gemini di Ugento (LE) il 29/11/1973 ed ivi residente in Contrada Monticchio, s.n.c.;
-    MINENNA Angelo nato a Tricase (LE) il 1/12/1981 e residente in Ugento (LE) via S. Congedi n. 70;
-    GIANNUZZI-DANIELE Fortunato nato a Nardò (LE) il 18/12/1975 e residente in Ugento (LE) via Goldoni n. 2;
in qualità di consiglieri di minoranza presso il Comune di Ugento rispettivamente in rappresentanza dei partiti PD, IdV, PdCI ed UDC intendono denunciare alla S.V. Ill.ma i fatti di seguito meglio esplicitati, in quanto connotati, a parere degli scriventi, da un chiaro profilo di illiceità di natura penale e contabile.
In sintesi con la presente si intendono porre all’attenzione di Codesta Autorità Giudiziaria alcune criticità afferenti la procedura di affidamento e gestione del servizio di Igiene Urbana operato dal Comune di Ugento in favore di Consorzio CO.GE.I,  CF: 04026991002, con sede legale in Roma via Taro, 3.
In particolare le problematiche di maggior rilievo che si intendono evidenziare in questa sede, attraverso la ricostruzione analitica degli eventi di seguito riproposta, sono quelle di seguito elencate:
alcune presunte inadempienze della società nell’esecuzione del servizio correlate con la periodica attestazione da parte del Comune di Ugento di regolare esecuzione del servizio, documento prodromico al pagamento delle relative fatture emesse da qust’ultima;
-    alcuni presunti condizionamenti, da parte dell’organo politico ed amministrativo, nella scelta delle unità lavorative dell’Azienda. Tanto in base a quanto denunciato dalla stessa COGEI, in una lettera allegata alla presente (si veda pag. 14).
Come preannuciato si ripercorre di seguito una analitica e dettagliata ricostruzione degli eventi al fine  di meglio circostanziare la presente denuncia ed al fine di tracciare già in questa sede un potenziale percorso ispettivo da parte delle Autorità competenti.
pag. 1
..........  omissis ........
Alla luce di quanto sopra esposto si giunge alla considerazione che il Comune ed i suoi amministratori hanno sostanzialmente “coperto” negli anni le inadempienze del CONSORZIO COGEI   consentendo allo stesso di incassare regolarmente le somme per i servizi previsti dal contratto ma mai concretamente attivati od effettuati, probabilmente in virtù del fatto che la società ha sempre permesso loro di gestire le assunzioni del personale dipendente in base alle “esigenze di partito” e non già in ragione delle reali necessità o dei bisogni materiali di gran parte dei cittadini disoccupati e/o nullatenenti.

Naturalmente il risultato di tale situazione è individuabile in un ingiusto profitto realizzato dal CONSORZIO COGEI e conseguente danno di natura erariale realizzatosi per le casse comunali ed in un danno per tutti i cittadini scaturito dai servizi pagati e mai ricevuti.

Pertanto i sottoscritti propongono denuncia/querela nei confronti dei soggetti da individuarsi a cura di giustizia, per tutti i reati, da individuarsi a cura di giustizia, emergenti dai fatti sopra esposti e formulano istanza di punizione nei confronti di coloro che verrano individuati come responsabili dei medesimi.

Gli esponenti inoltre ritenendo di potersi qualificare, in qualità di cittadini del Comune di Ugento, persone offese dai reati ipotizzabili nei fatti descritti, ai sensi dell’art. 408, comma 3, c.p.p. dichiarano di voler essere informati circa l’eventuale archiviazione della presente.
Ugento, 6 settembre 2010
IN FEDE
(Corvaglia Luigi)
(Gianfreda Renato)
(Cavalera Oronzo)
(Coppola Gianfranco)
(Minenna Angelo)
(Giannuzzi-Daniele Fortunato)
pag.21
   Ovviamente non ci fermeremo, saremo a fianco dei cittadini, degli operatori economici e dei lavoratori COGEI.

0 commenti:

Posta un commento

INVIA IL TUO COMMENTO.

Inserisci un commento

Ti potrebbe interessare anche: